Tu ridi sulla cassa riposta d’una carriola, tre novelle di Luigi Pirandello – teatro

Tu ridi sulla La cassa riposta d’una carriola
tre novelle di Luigi Pirandello tra il comico, tragico e grottesco
Adattamento e messa in voce a cura di Gaetano Marino
produzione Aula39 di Cagliari

Tu ridi
Il titolo riferisce le parole rabbiose della moglie del “povero signor Anselmo”, che lo accusa di ridere, ogni notte, nel sonno. Forse un sogno liberatorio, una compensazione dello squallore della sua vita, e l’esplosione della risata notturna acquista il sapore della liberazione. Una liberazione che si rivelerà però, alla fine della novella, illusoria.

La cassa riposta
Il contrasto tra due furbizie, quella di un oste e quella di un vecchio avvocato spilorcio, che porta ad una tragicomica sconfitta per entrambi. Una novella dilettevole e straordinariamente ironica, dove l’umorismo di Pirandello mostra tutta la sua ineluttabilità.

La carriola
Un uomo, padre di famiglia, professore di diritto e avvocato di successo richiestissimo, sta tornando da un viaggio in treno, e nel dormiveglia si vede vivere, ovvero si riconosce come altro da sé. Egli però non può fuggire totalmente dalle convenzioni sociali e dalle responsabilità, non gli resta dunque che accettare quella sua forma. Ma per sopportarla dovrà inventarsi dei momenti in cui dare libero sfogo a questo altro da sé.

ascolta la versione integrale delle novelle in audio podcast mp3 – QuartaRadio.it

tu ridi

la cassa riposta

la carriola